PETIZIONI SPONSORIZZATE

Firme obiettivo

0 out of 1.000
Deadline has been reached.
Le firme non sono più accettate. Questa petizione è ora chiusa.

Creato da

Petizione Info

  • Type: Utenti
  • Item: MGO
  • Goal: 1.000 Firme
  • Deadline: 31 dicembre 2014 00:00:00 CET
  • Category: Sociale
  • Tags:
  • Descriptions:
    Il Movimento Gente Onesta, convinto che non si possa più perseverare in questo sperpero di danaro pubblico, propone, alla Presidenza dell’INPS – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, la persona del Dott. Giuseppe Prete. Una figura, questa,...  altro

Petizioni Statistiche

  • Created By: MGO
  • Posted: 01 agosto 2014
  • Updated: 07 dicembre 2014
  • 0 Firme
  • 1 commento
  • 2 Mi Piace
  • 1.119 visite

Sfondo Petizione

La crisi economica e finanziaria che, senza tregua alcuna, sta attanagliando il Paese è solo l’ultimo fardello che la comunità tutta si sta accollando; la zavorra più impegnativa, sì, che tuttavia non sminuisce i già gravosi impegni assunti. Anzi, proprio perché l’ultimo degli innumerevoli oneri, essa ha ancor più aggravato la condizione sociale collettiva e, nondimeno, costringe a sempre meno certezze per il futuro.

La cosiddetta classe media, fino a pochi anni or sono motore fondamentale dell’economia italiana, rappresenta ormai un mero ricordo, che si abbandona ad una visione prettamente romantica del passato. Le piccole e medie imprese quasi annientate, con quelle grandi a fiutare le opportunità estere. Le famiglie, nel limite delle rispettive possibilità, a costituire il reale ammortizzatore sociale.

Questo il quadro riassuntivo dell’economia italiana, che neanche occorre rimembrare.

A fronte di tutto ciò, si è passati dal negazionismo dei primi anni di crisi alla quasi omertà odierna, attraversando altresì il buio pesto dell’austerità, di sicuro non ancora abbandonato. Il debito pubblico a livelli vertiginosi è certamente un grave problema, ma non è apparso congruo addebitarlo sempre e solo ai soliti noti, con tassazioni ancora più rigorose. Né, oltretutto, ciò è stato sufficiente, atteso che esso debito è “volato” sempre più in alto.

In altre parole, viviamo una crisi senza precedenti, generata da istituzioni incompetenti e dissipatrici (e ciò solo per utilizzare un eufemismo!), che le stesse hanno preteso caricare sulle finanze della collettività, assolutamente liberandosene e senza nemmeno concedere il buon esempio, come meglio si sarebbe confatto ad una politica nobile.

È in questo contesto socio-economico-istituzionale che nasce MGO – Movimento Gente Onesta. Una aspirazione del suo fondatore, Dott. Giuseppe Prete, originata dal disfattismo sociale che si mostra alle nuove generazioni, ma che si converte e propone come reale inversione di tendenza, nella valida consapevolezza delle capacità nostrane. Cosicché, se i nostri figli pressano per scappare fuori confine, noi siamo qui, insieme a loro, affinché rimangano; non già per appagare meri egoismi affettivi, bensì per amore dell’Italia, di modo che il nostro Paese non si veda sempre più emarginato, in un contesto internazionale ancora più forte e mai acquietato.

MGO, in poco più di un anno, si vede vigorosamente espanso, grazie alla partecipazione dal basso di ciascuna classe sociale. Un movimento assolutamente trasversale, fuori da ogni becera logica di collocazione politica, così come scevro di interessi di parte. Un movimento, ancora, che sogna una politica nobile, che partendo dall’onestà, intesa come valore assoluto, possa giungere all’apoteosi della meritocrazia; poiché solo con onestà e competenze possiamo sperare in una rivoluzione culturale, che possa finalmente donare al nostro Paese il lustro che merita.

Ovviamente, lasciamo ai disonesti la considerazione dei nostri ideali come utopistici!

Quindi, proprio perché disinteressati al potere fine a sé stesso, abbiamo inteso l’attivismo politico nel senso più puro del termine, con proposte che vadano oltre gli interessi personalistici. Abbiamo prodotto, fin da subito, innumerevoli progetti, locali come nazionali; ma non intendiamo occupare questa sede per osannare quanto già costruito; dunque passiamo subito alla proposta.

Ebbene, nel corso del 2008, l'INPS vantava un patrimonio di 41,8 miliardi di euro ed i pericoli odierni erano ancora considerati come “voci di corridoio”. Nel luglio di quell’anno era nominato, alla carica di Presidente, Antonio Mastrapasqua, coraggiosamente definito “manager privato in prestito alla Pubblica Amministrazione”. Fatto sta che, dal 2008 al 2012, il solo patrimonio immobiliare dell’istituto ha fatto registrare perdite per 380 milioni di euro, così rappresentando un costo più che un vantaggio. Nondimeno, dopo la fusione con l’INPDAP, le perdite complessive hanno fatto ulteriormente registrare valori esorbitanti, quali i 14,4 miliardi di euro del 2013 e gli ulteriori 12 miliardi previsti per la gestione 2014. In tutto ciò, mai ci si è visti avvincere dal dubbio di una gestione non oculata ed incompetente, a maggior ragione osservando l’improprio “approvvigionamento“ di poltrone garantito all’ambizioso manager, oltretutto a costi a dir poco eccessivi.

Oggi Mastrapasqua ha “abdicato”, tuttavia la Presidenza dell’INPS continua a costare oltre il milione di euro l’anno; e ciò a fronte dell’insicurezza più assoluta (ma sarebbe meglio dire quasi certezza negativa!) di riuscire ad onorare le pensioni degli odierni lavoratori.

Pertanto, soprattutto alla luce degli "esodati" ancora senza protezione, nonché delle tante, troppe pensioni "da fame", il Movimento Gente Onesta, convinto che non si possa più perseverare in questo sperpero di danaro pubblico, propone, alla Presidenza dell’INPS – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, la persona del Dott. Giuseppe Prete. Una figura, questa, che garantisce competenza assoluta, come da curriculum vitae indicato, nonché estraneità ad interessi monetari: la presidenza è infatti offerta a titolo gratuito, con garanzia di rinunciare a qualsivoglia ulteriore carica incompatibile.

 

Segue il curriculum vitae del Dott. Giuseppe Prete.

 

DATI PERSONALI

cognome: PRETE

nome: GIUSEPPE

luogo e data di nascita: Lecce, 18 settembre 1960

domicilio: Milano (20127 - MI) Via Gerolamo Vida, 2/A

mobile: +39 335 7719526

stato civile: Sposato, con due figli (Federico Maria e Mattia)

impiego attuale: Dirigente Banco Popolare S.c.a.r.l.

TITOLI DI STUDIO

prima laurea: Laurea in Marketing, presso The Yorker International University

seconda laurea: Laurea in Scienze Statistiche Attuariali e Finanziarie, Honoris Causa, presso l’Università Internazionale per la Ricerca Scientifica di Roma

terza laurea: Laurea in Economia e Commercio, pressol’Università Popolare degli Studi di Milano

ESPERIENZE

1984: Impiego, presso Banca Venturi

1992: Referenza Bancassicurazione/Previdenza per la Puglia, presso Rolo Banca

1996: Incarico di coordinamento e collaborazione tecnico-commerciale, per il Risparmio Gestito e Bancassicurazione (Vita/Danni/Previdenza), su tutte le filiali della Puglia, nel Nucleo Finanziario della Direzione Generale, presso Rolo Banca

1997: Referenza della Direzione Generale U.O. Assicurazioni per la zona Centro/Sud Italia

1997: Incarico di collaborazione commerciale del Responsabile del Servizio di Direzione, con mansioni rivolte al coordinamento commerciale delle filiali

1997: Docenza nei corsi di formazione rivolti a tutto il personale dell’Istituto di credito di appartenenza e Banche collegate, per i prodotti Bancassicurazione e Previdenza

2000: Responsabilità Risparmio Assicurativo, presso Banca Arditi Galati

2000: Responsabilità Risparmio Assicurativo Banca Sella e Responsabilità Risparmio Assicurativo della Sel Soft Direct Marketing S.p.A., del Gruppo Banca Sella

2000: Responsabilità Bancassicurazione, presso Banca Popolare di Novara

2003: Condirezione Generale ed insediamento nel Consiglio di Amministrazione, presso Novara Vita Assicurazioni S.p.A., dei Gruppi Banco Popolare e Fondiaria-SAI

2007: Docenza in Marketing Assicurativo presso CUEA (Consorzio per la Formazione Universitaria in Economia Aziendale), Distaccamento di Pinerolo, Università degli Studi di Torino

2008: Vicedirezione Generale Popolare Vita S.p.A., società dei Gruppi Banco Popolare S.c.a.r.l. e Unipol-SAI (incarico tuttora ricoperto)

2008: Direzione Commerciale Ramo Vita/Previdenza, per il Gruppo Banco Popolare

ULTERIORI INCARICHI

2001/2003: Insediamento nel Pension Forum, Università Bocconi di Milano

2005/2007: Insediamento nel Comitato Finanza, Confindustria di Genova

2005/2007: Docenza, con crediti universitari, in Finanza e Marketing Assicurativo, Previdenza e Bancassutance, presso il Sumi (Scuola Universitaria Management d’Impresa) di Pinerolo, Università degli Studi di Torino

PUBBLICAZIONI

2007: Manager di Strada, Teta Edizioni, 2007 (ricavato interamente devoluto in beneficenza, a bambini orfani)

1 commento

Inviter_ln_max_title

Inviter_ln_max_descr