Top News

Etichette

Rinnovabili, in Italia è boom del fotovoltaico domestico

Rinnovabili, in Italia è boom del fotovoltaico domestico - Repubblica.it
di LUCA PAGNI
MILANO – Crescono gli impianti rinnovabili in Italia, ma non abbastanza per raggiungere i nuovi obiettivi individuati dall’Unione Europea per combattere le emissioni di Co2: è l'allarme lanciato da esperti e operatori. Ma, dopo il crollo delle nuove installazioni di impianto eolici e la frenata del fotovoltaico, la nota positiva arriva dal nuovo boom dell’autoproduzione, piccoli impianti destinati per lo più all’uso domestico.
 
Lo rivelano gli ultimi dati disponibili che si riferiscono sia al 2017 che ai primi mesi dell’anno in corso. L'anno passato – secondo il rapporto del Gse (Gestore servizi energetici) - i migliori risultati in termini di numero di nuovi impianti appartengono alla classe di potenza compresa tra 1 e 3 kW (cresciuta del 7%) e a quella tra 3 e 20 kW (più 6%). All’interno di queste categorie, il fotovoltaico per autoconsumo è andato in controtendenza: ha aggiunto 89 megawatt, con un incremento del 10%, facebndo meglio della crescita dovuta agli impianti nei settori agricoltura, industria e terziario.
 
Spiega il Gse nel suo rapporto: “Alla fine del 2017 dei 774.014 impianti installati in Italia, circa l’81% afferiscono al settore domestico mentre la maggior parte della potenza (49%) è relativa al settore industriale. Per quanto riguarda gli impianti installati nel corso del solo anno 2017, l’85% delle unità produttive è riconducibile al settore domestico”.
 
Nel corso del 2017, nel suo complesso, il fotovoltaico ha prodotto 24,4 terewattora contro i 22,1 dell’anno precedente. Numero ancora insufficienti per garantire una sostituzione degli impianti produttivi tradizionali alimentati con combustibili fossili. Ma se non altro, l’autoconsumo non accenna a rallentare e l’anno scorso ha raggiunto il 20 per cento della produzione totale del fotovoltaico nel nostro paese.
 
Lo rivelano anche i dati nel primo trimestre del 2018. Da gennaio a marzo, idroelettrico, fotovoltaico ed eolico hanno aggiunto circa 138 nuovi megawatt. Si tratta di numero in calo rispetto ai dodici mesi precedenti (meno 5%, a conferma della frenata delle rinnovabili nel loro complesso, soprattutto per il brusco calo dell’eolico (-48%), che non compensato dagli aumenti di solare (+6%) e idro (+69%).
 
Ma anche nel primo trimestre il fotovoltaico domestico è and el numero di impianti connessi (+10%). Le unità di tipo residenziale (fino a 20 kW) costituiscono il 58% della nuova potenza installata nel 2018.
 
 
 

Original Link...


Tags: Nessuna
0 commenti
Segnala Print

Read On:

Inviter_ln_max_title

Inviter_ln_max_descr